Masseria Frassanito - Il principato XIII Secolo


 

Benvenuti
|

<< Torna indietro

LA STORIA (... Continua)


Il figlio Francesco,caduto a Casalmonferrato nel 1630,mentre combatteva contro i Francesi,consolidò il legame della famiglia con i religiosi,disponendo nel testamento di essere sepolto in Chiesa.
A Francesco seguì il fratello Desiderio,responsabile invece di “ infinite vessazioni,estorsioni,immorali taglie e gravami “,tanto da provocare continue rivolte nel feudo a lui appartenente.
Giovan Battista II,il mite figlio di Desiderio,sostenuto dalla moglie Caterina Pignatelli,attuò un’azione politica mirata a stemperare i rancori della popolazione.
Alla morte di Alfonso Protonobilissimo ( 1734 ) il feudo passò a Giovan Battista IV, a scapito di Domenico suo fratello.
Con la morte a Napoli di Giovan Battista IV nel 1774,si chiude la lunga parabola dei Protobilissimo  per più di tre secoli.
 Il FEUDO – comprendente anche Alimini e la Masseria Frassanito - venne incamerato dal Regio Fisco e nel 1797  fu concesso da Re Ferdinando al Principe Antonio Maria Pignatelli di Belmonte : questa casata terrà il feudo fino al 1854, quando poi la venderà al Cavaliere Achille Tamborino di Maglie.

Nel 1970 la Masseria Frassanito fu acquistata dalla famiglia Nuzzo Morello : da qualche anno trasformata in Residenza Rurale creando una confortevole e originale struttura ricettivo-alberghiera.


Gallery
Il Principato di Frassanito – Località Masseria Frassanito – 73028 OTRANTO (LE)
cell. 339.2464781–333.5013436 – P.IVA 03356580757